1

lugano sion

LUGANO-15-04-2019 – Il Lugano

spreca tanto nel finale e non si allontana ancora dal penultimo posto e non si avvicina al quarto. Quinto pareggio consecutivo che sa di beffa per il Lugano che ha sprecato cinque nitide palle gol e regalato la rete agli avversari. Gara con Sion più manovriero e Lugano a pungere in contropiede. Al 19′ il Lugano si è quasi portato in vantaggio: un passaggio di Sadiku è stato intercettato da Ndoye che ha rischiato l’autogol . I padroni di casa al 25’ sfiorano il gol, ma il colpo di testa di Sadiku è centrale. Il Lugano ha quindi avuto una nitidissima occasione con Junior, ma il brasiliano non ha approfittato del super assist servito da Crnigoj e ha mandato fuori . Sul finire del primo tempo anche  Da Costa si è opposto con bravura a due conclusioni dalla media distanza ad opera di Toma e Kasami.  Ad inizio del II tempo Lavanchy ha avuto una ghiotta occasione: dopo aver lasciato sul posto Lenjani, ha calciato fuori da pochi passi.  La gara poi sembra incanalarsi sullo 0-0 finchè Covilo, sulla pressione di Adryan, ha effettuato un retropassaggio orto per Kecskes, che è scivolato lasciando via libera all’attaccante del Sion di involarsi in gol. I bianconeri però reagiscono subito e trovano il pari con uno splendido gol dai 25 metri di Junior che azzecca un tiro di rara potenza e bellezza che si insacca all’incrocio dei pali.   Gli uomini di Celestini hanno anche avuto tre macroscopiche palle gol per un possibile vantaggio, tutte sui piedi del peggiore dei luganesi: Gerndt dapprima si è visto salvare sulla linea da Maceiras un tiro da tre metri e, successivamente, ha sparato su Fickentscher dopo essere stato liberato da Lavanchy. Negli ultimissimi minuti, ancora Gerndt  ha mandato sul fondo e poi Junior ci ha provato. In serie B coraggiosa prova del Chiasso che per due volte in vantaggio si è visto raggiungere e superare dal Servette capolista: i rossoblù ora hanno solo un punto di vantaggio sull’ultimo posto.


Lugano (3-4-2-1): Da Costa 7 Daprelà 6.5, Kecskes 5, Sulmoni 6.5; Crnigoj 6.5 (64′ Mihajlovic 6.5), Sabbatini 6.5, Vecsei 5.5 (68′ Covilo 4.5), Lavanchy 6; Gerndt 4.5, Junior 7, Sadiku 5.5 (80′ Brlek s.v.). A disp.: Muci; Yao; Fazliu; Janko. All.: Celestini: 6
Sion (4-2-3-1): Fickentscher 7; Maceiras 6.5, Ndoye 6, André 6, Bruno Morgado 6 (24′ Adryan 7); Zock 5.5 (57′ Mveng 5.5), Grgic 5.5; Toma 6.5, Kasami 6, Lenjani 5.5; Uldrikis 5.5 (84′ Fortune s.v.). A disp.: Maisonnial; Angha; Kukeli; Philippe. All.: Murat Yakin: 6
ARBITRO: Dudic : 5
MARCATORI: Adryan (S) al 74′; Junior (L) al 77′
Note : pioggia, ammoniti  Kecskes (FCL) al 52′, Daprelà (FCL) al 63′, Gerndt (FCL) al 67′; Kasami (FCS) al 70′, Adryan (FCS) all’81’,  Recupero: 1′, 3′; 2’812 spettatori. Angoli 4-3 per il Sion.


Maurizio Robberto