1

Cabiria1

NOVARA - 25-06-2019 - Ancora pochi giorni e poi prenderà il via la rassegna teatrale “Le notti di Cabiria” a cura di Cabiria Teatro, realizzata in collaborazione con il Comitato d’Amore di Casa Bossi che quest’anno si arricchisce di un valore aggiunto: l’accessibilità di tutti gli spettacoli alle persone non vedenti grazie al progetto “Le notti per tutti”, sostenuto da Fondazione Comunità Novarese Onlus. Venerdì 28 giugno, la splendida Casa Bossi, con i suoi spazi e la sua suggestiva architettura aprirà alle ore 19, quando, sul palco e sui ballatoi si alterneranno la voce profonda ed intensa di Marianna Chiaramonte e i reading a cura di No-Antologia. Torna anche la “book’s roulette”, durante la quale verranno estratti a sorte libri in regalo al pubblico presente e si potrà cenare o godersi un aperitivo. Alle 21.00 sarà la volta dello spettacolo di apertura “Un vecchio amore", esito del corso open di recitazione avanzato della Scuola del Teatro Musicale di Novara. Il gruppo, che per questo debutto si è ribattezzato gli SfollataMente, lavora insieme ormai da anni; diretto da Elena Ferrari. La rassegna vuole essere aperta e fruibile da tutti per questo nasce il progetto “Le Notti per Tutti”, promosso da Cabiria Teatro in collaborazione con l’Unione Ciechi e Ipovedenti Novara e sostenuto da Fondazione Comunità Novarese Onlus. Tutti gli spettacoli, infatti, saranno accessibili anche a persone non vedenti grazie all’utilizzo di particolari cuffie wireless tramite cui gli utenti potranno ascoltare la descrizione di movimenti, cambi di scena, espressioni dei volti e dei corpi ossia tutti quegli elementi che rendono davvero comprensibile uno show.