1

Futuro40 docenti

NOVARA – 10-12-2019 - Si è conclusa

alla fine di novembre la prima fase del progetto "Un futuro 4.0", organizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori (Ggi) di Confindustria Novara Vercelli Valsesia (Cnvv) e da Obiettivo Orientamento Piemonte nelle province di Novara e di Vercelli e per avvicinare al mondo delle imprese gli studenti della scuola secondaria di primo grado e migliorare le sinergie con gli istituti secondari di secondo grado.

«Il progetto - spiega la presidente del Ggi, Federica Zappone - aveva preso il via all’inizio del mese, parallelamente a “Wooooow”, la due-giorni dedicata all’orientamento scolastico e professionale tenutasi a Novara, e ha visto rappresentanti di Cnvv e di Obiettivo Orientamento Piemonte incontrare in tutte e quattro le nostre sedi (Novara, Vercelli, Borgosesia e Borgomanero) una cinquantina di docenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado, ai quali abbiamo presentato le esigenze delle imprese del territorio e un programma di incontri e visite aziendali a loro specificamente dedicato. Nel 2020 proseguiremo il lavoro organizzando, sempre in sinergia con Obiettivo Orientamento Piemonte, seminari informativi e visite aziendali per i docenti delle scuole secondarie di primo grado, serate per informare genitori e alunni delle classi terze e visite aziendali per le classi seconde, oltre a una serie di seminari informativi e visite aziendali dedicate ai docenti degli Istituti tecnici e professionali».

Nei giorni scorsi si è anche concluso il percorso di formazione manageriale avviato dal Gruppo Giovani nel luglio scorso in collaborazione con l’agenzia “T&D - Training & Development” per approfondire alcuni aspetti fondamentali dell’attività quotidiana di chi fa impresa. «Abbiamo affrontato - racconta Margherita Negri, che all’interno del Ggi ha la delega alla comunicazione - il tema della negoziazione, molto ricco di spunti ma anche di insidie dato che richiede una buona conoscenza tanto della controparte quanto di se stessi e dei risultati che si vogliono ottenere. Al corso di formazione, molto interessante e stimolante, si è aggiunto anche un incontro con l’avvocato Paola Cimino dedicato al “patto di prova” e alla gestione del personale coinvolto».