1

bossi dati fb

BORGOMANERO -07-04-2020 -- Il sindaco di Borgomanero

Sergio Bossi, ha fatto il punto della situazione sanitaria aggiornata riferita all'ospedale di Borgomanero, parlando anche della distribuzione di mascherine e ribadendo la necessità di restare a casa.
"Vi informo sulla situazione sanitaria sulla base dei dati forniti dall'Asl e dall'Unità di Crisi e sulle attività che l'amministrazione comunale sta mettendo in atto per dare supporto a tutti voi cittadini. Iniziando dai numeri relativi all'emergenza sanitaria,  vi comunico che alla data di oggi, all'ospedale di Borgomanero risultano 4 casi ricoverati in dea che sono in attesa di tampone, 44 sono invece i casi confermati di covid 19, di cui 19 sono in rianimazione. 61 sono invece i decessi registrati all'ospedale di Borgomanero dall'inizio dell'epidemia, di cui 18 sono  sulla base borgomaneresi. Un dato che ritengo positivo è che sono 91 i dimessi che sono oggi a domicilio e che sono sostanzialmente guariti. In tutta la provincia di Novara i casi sono scesi a 941, sono le persone messe in isolamento domiciliare. A Borgomanero sono 91".


Quanto alle iniziative, il primo cittadino ha sottolineato: "A supporto delle persone indigenti proseguono  i servizi erogati dell'Emporio Borgo Solidale. Il personale di Protezione Civile  e i volontari autorizzati stanno consegnando delle mascherine porta a porta mettendole nelle buche delle lettere. Quindi non suona nessuno a casa vostra. Non fate entrare nessuno.  Ricordo che una sola mascherina viene consegnata a ogni famiglia sulla base dei dati in possesso dell'anagrafe cittadina, agli ultra 65enni che vivono soli e comunque ai nuclei familiari di ultra 65enni, che non hanno persone conviventi di età inferiore. Nell'impossibilità di distribuire mascherine ad ogni abitante, per questo è stato utilizzato questo criterio.  Purtroppo dovete capire che noi abbiamo l'ospedale,  noi abbiamo due case di riposo e siamo al seconda città della provincia di Novara, quindi 22.000 abitanti.  Noi come amministrazione comunale oltre 30.000 mascherine oggi non riusciamo a reperirle.  Man mano che arriveranno valuteremo i criteri per poter consegnare queste mascherine. Anche oggi  esprimo la mia vicinanza e riconoscenza  a tutti coloro che, ogni giorno, sono in prima linea per contrastare la diffusione di questo contagio e aiutare i più bisognosi che operano co con gransissimo senso del dovere, con tantissimo impegno, ma soprattutto con incredibile spirito di sacrificio al servizio della nostra,  va alle comunità. Un pensiero particolare ed un invito a tenere duro in un momento così difficile, va alle persone malate che sono in siolamento. domiciliare e acolo che in questa immane tragedia hanno anche perso un loro caro.  Le sofferenze di questi concittadini devono essere di monito a chi si ostina ancora a non rispettare i divieti. Nessuno è immune. Non esistono vaccini e farmaci. E ciò che stanno vivendo e hanno vissuto queste persone potrebbe colpire ciascuno di voi.  Quindi rinnovo l'invito: rimaniamo a casa e facciamo ancora un ulteriore sforzo".


Il link del video  completo sulla nostra pagina Facbook: https://www.facebook.com/arona24/videos/843104656174336/