1

mercatone uno crevola

ROMA – 25-05-2020 – Il Decreto Rilancio

ha prorogato l’amministrazione straordinaria per Mercatone Uno. Respiro di sollievo per i 1600 lavoratori.

Filcams Cgil commenta così la notizia: “In questi giorni si sono rincorse molte voci e molte informazioni sul destino delle lavoratrici e dei lavoratori di Mercatone Uno in Amministrazione Straordinaria. Il 23 maggio scadeva il mandato dei Commissari, e con esso anche la Cassa integrazione straordinaria. La situazione che si è creata con l’emergenza Covid, ha ovviamente avuto ricadute anche sulle trattative che erano in corso con potenziali investitori che, appena scoppiata l’emergenza, sono state “sospese”. La proroga del mandato dei Commissari era perciò indispensabile per poter dare una prospettiva ai circa 1600 lavoratori, era però necessario un supporto giuridico che la sostenesse. Grazie al lavoro ed all’impegno di tutti, solo alcuni giorni fa, nel Decreto Rilancio, è stato inserito un articolo che stabilisce una proroga di 6 mesi delle Amministrazioni Straordinarie previste in scadenza in data successiva al 23 febbraio 2020”.
“È un grande sollievo per tutti” afferma la Filcams Cgil, “questo consente, quindi, la proroga di 6 mesi della Cigs, garantendo continuità reddituale a tutti i lavoratori, dando le condizioni per continuare a ricercare prospettive per il futuro. Per questo non possiamo che ringraziare tutti coloro che con noi si sono impegnati.”

“Dobbiamo però sottolineare” prosegue la Filcams “che ancora i lavoratori non hanno avuto l’integrazione del trattamento di Cigs, stabilita dal Decreto Milleproroghe ormai da mesi, e ben prima che esplodesse l’emergenza Covid-19. Le risorse sono state stanziate, i lavoratori attendono importanti integrazioni reddituali riconosciute da un provvedimento di Legge, ma l’INPS ancora non ha individuato le procedure che devono essere adottate. Né ha dato risposte. L’emergenza sanitaria e gli impatti conseguenti sui settori economici hanno determinato ulteriori problemi da fronteggiare, ma il Decreto Milleproroghe è stato approvato ormai alla fine del 2019, ben prima dell’emergenza in corso.
È ora di avere risposte immediate e concrete”.