1

App Store Play Store

tribunale9

VERBANIA – 19-01-2021 –- Nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Arona i carabinieri erano intervenuti perché chiamati da alcuni passanti che segnalavano la presenza di un uomo agitato che sbraitava impugnando un bastone. La pattuglia del Radiomobile che giunse sul posto trovò, poco prima della mezzanotte del 3 agosto 2019, un uomo identificato poi come senza fissa dimora originario di Dormelletto. In mano aveva, in effetti, un pezzo di legno, che fu identificato in un bastone da escrima, arte marziale tipica delle Filippine. Lungo 65 centimetri e del diametro di 2,5, fu considerato come un’arma impropria, che l’uomo non aveva alcun giustificato motivo per portarsi appresso. Per questo è stato denunciato e processato dal Tribunale di Verbania, che l’ha condannato a un’ammenda di 680 euro. Il suo avvocato difensore, Christian Ferretti, ha sostenuto che quel normale bastone -peraltro acquistabile su Amazon- fosse per difesa personale dal momento che, probabilmente dormendo in stazione, l’imputato poteva averne bisogno.