1

App Store Play Store

IMG 3827a

VERBANO - 06-03-2021 - Non potendosi incontrare di persona continuano “via Zoom” gli appuntamenti del Panathlon Club Mottarone. La prof. Adriana Balzarini dopo aver celebrato il 60° anno dei Giochi estivi di Roma 1960, l’Olimpiade dal volto umano, ha tenuto un’altra serata ai soci intrattenendoli la settimana prima dei mondiali di Cortina con un incontro dedicato ai “Mondiali effettuati in Italia” comunicando la storia e interessanti aneddoti sui primi Mondiali di Cortina nel 1932 che vide l’unica medaglia vinta da Paola Weisinger e quelli del 1941 dove trionfarono due italiani, Celina Seghi e Vittorio Chierroni; mondiale purtroppo in seguito annullato, come pure i titoli dei due campioni, perché non presenti alcuni Stati a causa della Guerra.
Cortina ha ospitato i Giochi Invernali nel 1956 e in quel periodo il titolo olimpico valeva anche come campionato mondiale. La rassegna della Balzarini ha poi toccato i Mondiali della Valgardena 1970 dove sono stati raccontati interessanti per quanto riguarda la pista, ormai diventata famosa nel Circo bianco come la Sasslong, discesa che allora fu contestata dagli austriaci con il suo portavoce Carl Schranz. La carrellata sui Mondiali italiani è continuata con quelli ospitati nel 1997 a Sestriere e per due volte a Bormio nel 1985 e nel 2005. Interessante conoscere che la beniamina e campionessa Debora Compagnoni, vincitrice di due medaglie d’oro a Sestriere, non ha mai potuto competere nella sua Valle, prima perché troppo giovane anche per fare l’apripista, nonostante fosse già una ragazza vincente e nel 2005 perché ormai lontana dai periodi in cui era stata impegnata agonisticamente. I Mondiali del 2005 non hanno voluto comunque dimenticare la grande campionessa della valle dedicandole il nome della pista della discesa libera e superg, dove si svolsero le gare mondiali femminili, un omaggio per la sua strepitosa carriera. Il mondiale in casa dove le donne portarono all’Italia il numero maggior di medaglie furono quelli di Sestriere con tre ori, due della Compagnoni e uno della Kostner, oltre all’argento di Lara Magoni. E videro Sestriere impazzire per Alberto Tomba, nonostante avesse messo al collo solo la medaglia di bronzo a causa della febbre alta per influenza.
La serata, inizialmente organizzata per i soci del Mottarone, ha avuto spettatori un po’ in tutta Italia; per volere del Governatore Nasi è stata infatti è pubblicizzata anche in altre provincie e in diverse regioni che hanno aderito con entusiasmo al collegamento.
Adriana  Balzarini, conosciuta, oltre che per la sua mostra sulle donne olimpiche, per il suo impegno e competenza, è consigliere nazionale del Panathlon Italia ed è ospitata da molti club per le sue iniziative storiche-sportive che la invitano come relatrice e questo permette al Panathlon Mottarone di avere rapporti di amicizia con soci di diversi altri club italiani.