1

brandi

NOVARA - 28-01-2020 - E' di cinque medaglie

il bottino del Team Quisquash 2000 Novara ai Campionati Italiani Under 17 di “strappo e slancio”, svoltisi ad Osti.

In ogni categoria di peso, al Pala Pellicone si sono sfidati i migliori sei qualificati delle prove regionali disputate alla fine del 2019.
Protagonista di un fantastico bis il giovane pesista di Romentino, classe 2005, Mirco Brandi capace di difendere brillantemente il titolo italiano messo in bacheca l'anno scorso.

Nella categoria 102 kg maschile, Brandi ha ottenuto ben tre ori primeggiando nello strappo, nello slancio e di conseguenza nella classifica generale dove sono state sommate le migliori prestazioni nelle due differenti prove.

Due podi anche la novarese Giorgia Romanelli. Nata nel 2003, nella categoria 55 kg femminile è arrivata terza nella graduatoria generale dopo aver vinto l'argento nello slancio.

E' rimasto invece ai piedi del podio il terzo finalista della squadra del Quisquash, Riccardo Comito (2003), quinto nella cat. 89 kg maschile.

Subito grandi soddisfazioni, dunque, per il direttore tecnico della squadra Andrea Contaldo coadiuvato dallo staff di allenatori composto da Eros Pata, Simone Minicucci e Gabriele Manfrin: "Ci  siamo ulteriormente migliorati rispetto al 2019, aumentando sia il bottino di medaglie sia il numero di qualificati alle finali nazionali Under 17 – sottolinea il dt del Team Quisquash 2000, Andrea Contaldo – Adesso abbiamo nel mirino le qualificazioni del prossimo 8 febbraio a Torino per i Campionati Italiani Juniores in programma  invece il 21 e 22 marzo in sede ancora da definire".

Ovviamente soddisfatto il due volte campione italiano Mirco Brandi: "Partecitare ad una gara nazionale sulla stessa pedana della World Cup ha rappresentato un'emozione grandissima, ma dopo la prima alzata di riscaldamento l'ansia è passata - ricorda Brandi - Ho trovato così la concentrazione e la carica giusta per dare tutto in gara, bissando il titolo italiano e migliorando le prestazioni del 2019  avendo sollevato 15 kg in più nello strappo e 27 kg in più nello slancio. Ora torno ad allenarmi in pastra con ancora più impegno".