1

coccia ingresso internojpeg

NOVARA - 25-05-2020-- Da domani, martedì 26 maggio,

la biglietteria del Teatro Coccia riaprirà con il consueto orario e cioè da martedì a sabato dalle 10.30 alle 18.30. esclusi i festivi. Per evitare il più possibile assembramenti, sarà applicato un protocollo di sicurezza, seguendo le vigenti norme di sicurezza. I locali di Via Rosselli , chiusi da martedì 10 marzo a causa dell'emergenza Covid19, riapriranno al pubblico per le sole attività di biglietteria, in attesa di poter tornare in sala, quando sarà possibile.
I titolari di biglietti e abbonamenti di spettacoli annullati nel corso degli ultimi mesi, ai sensi dell’art. 88 del decreto-legge 17 marzo 2020 n. 18, convertito con modificazioni dalla L. 24 aprile 2020, n. 27, successivamente modificato dal decreto-legge 19 maggio 2020 n. 34, potranno fare richiesta di voucher di validità 18 mesi dalla data di rilascio, facendone richiesta entro mercoledì 17 giugno 2020. I voucher potranno essere utilizzati per l’acquisto di biglietti o abbonamenti per gli spettacoli in vendita al momento della conversione del voucher.

Per tutte le informazioni sulle procedure di emissione dei voucher, che cambiano a seconda si tratti di abbonamenti o biglietti, e se emessi online o presso la biglietteria del teatro, si rimanda al sito  www.fondazioneteatrococcia.it o al numero 0321233201.

Gli spettacoli interessati, sospesi all'inizio dell'emergenza e con le prime  ordinanze sono: Danses. Donne in musica; Sento la terra girare; Io, Don Chisciotte; Gipsy Pocket Swing Trio Manouche; Tosca. Ragazzi, all’Opera!; Alice in Wonderland; Da Umberto Bindi ai Matia Bazar; Romeo e Giulietta; Scoop. donna sapiens; Ciclo Beethoven: Capitolo II; Tosca; La domenica porta i grandi a Teatro – Tosca; I tre porcellini; Il Paese dei Campanelli; Il Barbiere di Siviglia; La domenica porta i grandi a Teatro – Il Barbiere di Siviglia; Prometheus; About Carmen.

Da segnalare inoltre che diverse persone hanno scritto al Teatro manifestando la propria  volontà di  rinunciare al rimborso per sostenere la cultura in un momento di difficoltà. Sul sito del Teatro Coccia, per ringraziarli pubblicamente, i nomi di coloro che fino ad ora hanno voluto compiere questo gesto, e le modalità per unirsi a questo “coro”.  


Perché la Cultura non si ferma! 

Manuela Peroni Assandri