1

Assa Messa Vescovo visione generale 1

NOVARA – 03-07-2020 - Il vescovo di Novara , monsignor Franco Giulio Brambilla, ha celebrato la Messa nell’officina della sede dell’Assa, in Strada Mirabella a Novara. Un evento inedito per Assa, voluto dai vertici aziendali al termine del lockdown, e seconda Messa pubblica, dopo quella al Cimitero Urbano, per il vescovo Brambilla dall’avvio di questa graduale ripresa.

«Con gioia ed entusiasmo ho accolto l’invito a venire qui tra voi a celebrare questa Messa- ha esordito Monsignor Brambilla - E’ un atto di ringraziamento a voi che operate per la bellezza della città e del suo circondario e che anche nell’emergenza avete faticato di giorno e di notte per la pulizia della città e la raccolta dei rifiuti, un grazie che è di tutta la città».

«Nel periodo della massima emergenza sanitaria, Assa, insieme alle istituzioni presenti a questa celebrazione, ha rappresentato per i cittadini un punto fermo, incrementando addirittura i suoi servizi a favore della comunità – ha sottolineato il presidente della SpA del Comune di Novara che svolge il servizio in house della raccolta dei rifiuti e dell’igiene ambientale, Yari Negri, porgendo il benvenuto al Vescovo Monsignor Brambilla - Ecco dunque questo momento di ritrovo e ringraziamento corale, condiviso con i rappresentanti delle istituzioni che compongono l’unità di crisi con le quali abbiamo agito in stretto coordinamento».

Martedì 23 giugno, alla Messa in Assa erano presenti il Sindaco Alessandro Canelli, il Prefetto Pasquale Antonio Gioffrè, il Questore Rosanna Lavezzaro, il Comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri colonnello Domenico Mascoli, l’assessore regionale all’ambiente Matteo Marnati, la direttrice della Casa Circondariale Rosalia Marino, il comandante della Polizia Locale Pietro Di Troia accompagnato dall’assessore Luca Piantanida.

Insieme al Vescovo hanno concelebrato il vicario generale della Diocesi, monsignor Fausto Cossalter, e Padre Luigi Pothanamala della parrocchia della Madonna Pellegrina. Significativa presenza la riproduzione in miniatura della statua della Madonna Pellegrina, per la quale è forte la devozione e l’affetto di molti novaresi, messa a disposizione dalla parrocchia per il tramite di Veronica Bosi, membro del Consiglio di Amministrazione di Assa.

Il Vescovo, prima e dopo la partecipata celebrazione, ha incontrato e dialogato con gli operatori, gli impiegati, i meccanici e tutti gli addetti, visitando anche gli uffici. Intervenendo al termine della celebrazione il sindaco Alessandro Canelli ha sottolineato che «tra le tante persone e categorie che non si sono mai fermate nemmeno durante l’emergenza dei mesi scorsi ci sono i sanitari, ci sono i volontari e ci siete voi. Per questo vi ringrazio profondamente. Questo periodo ci ha permesso di capire che a Novara abbiamo un tessuto lavorativo e sociale molto forte e radicato, capace di collaborare nei momenti ordinari ma anche in quelli straordinari».

Il ringraziamento al Vescovo di Novara e a tutti gli intervenuti è stato espresso al termine della celebrazione dal direttore generale di Assa, Alessandro Battaglino. «Abbiamo chiesto al Vescovo di Novara di celebrare una Messa per tutti i dipendenti di Assa e per tutti coloro che si sono prodigati nel periodo dell’emergenza per garantire una città sicura e pulita – ha sottolineato il Direttore Generale di Assa - La presenza del Vescovo e dei massimi rappresentanti della città e del territorio nella nostra azienda   è stato un segno importante per i dipendenti di Assa e un riconoscimento per il contributo di chi, sulla strada o negli uffici, non ha mai smesso di lavorare per il bene della comunità».