1

App Store Play Store

mario draghi

BIANDRATE - 18-06-2021 -- Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, con una breve nota, è intervenuto su quanto accaduto a Biandrate, dove un sindacalista è stato investito ed ucciso da un camion. "Sono molto addolorato per la morte di Adil Belakhdim. È necessario che si faccia subito luce sull’accaduto", ha sottolineato Draghi.

Sull'accaduto di Biandrate, anche l'assessore regionale al Lavoro, Elena Chiorino, ha detto: "È inaccettabile che nel 2021 si muoia ancora sul posto di lavoro o nel tentativo di difenderlo. Quello che è accaduto oggi a Biandrate rappresenta l'ennesima tragedia su cui tutti noi, a partire proprio dalle istituzioni, abbiamo il dovere di riflettere per trovare soluzioni concrete nel rispetto, in primis, dei lavoratori. La crescita economica di una Nazione e la dignità di un uomo non possono prescindere dal lavoro ed è quindi un dovere di tutti tutelarlo con ogni strumento a disposizione. Mi stringo alla famiglia di Adil per il dolore che sta provando in questo momento".

Paolo Furia, Segretario Regionale del Pd, e Ilaria Cornalba, della Segreteria Provinciale del Pd hanno commentato:Belakhdim Adil, sindacalista, è stato investito da un camion mentre partecipava a un’azione sindacale davanti alla sede logistica di Lidl. L’investitore ha forzato il blocco, ha investito il sindacalista, non ha prestato soccorso ed è scappato. Ora è stato preso. Belakhdim aveva 37 anni ed era il coordinatore dei SI di Cobas Novara. Il presidio era stato organizzato da Filcams Cgil, che chiedeva migliori condizioni di lavoro per gli addetti del magazzino di Lidl. Anche così si muore di lavoro, in un settore come la logistica che sta vivendo forti tensioni. Esprimiamo la nostra solidarietà alla famiglia e auspichiamo che sulla vicenda venga fatta luce il prima possibile"

Anche il Gruppo M5S Novara ha diffuso una nota di cordoglio: "Movimento 5 Stelle esprime la propria vicinanza alla famiglia di Adil Belakhdim, sindacalista morto durante una manifestazione davanti ai cancelli del Lidl di Biandrate (NO). Non è tollerabile che un presidio di lavoratori si concluda con fatti di questa gravità. Inaccettabile perdere la vita per far valere i propri diritti sul posto di lavoro. Auspichiamo che gli inquirenti facciano piena luce sull'accaduto che i responsabili ne rispondano al più presto davanti alla giustizia".